Indice articoli

 

1963 - Movimento dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES

Nel 1963 viene costituito il Movimento dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES che opera tutt'oggi nel settore della raccolta del sangue. Riuniti nella Consociazione Nazionale FRATRES delle Misericordie d'Italia, costituiscono uno dei maggiori movimenti nel campo in Italia, con decine di migliaia di sacche di sangue raccolte ogni anno, oltre alla donazione di plasma, in aferesi e di midollo.

Nel 1985 ad Alfredo Merlini successe Francesco Giannelli, confratello e capo di guardia della Misericordia di Firenze.

Il 14 giugno 1986 circa 10.000 fratelli delle Misericordie italiane vennero ricevuti in udienza dal Santo Padre. Nell' aula Paolo VI, gremitissima, Giovanni Paolo II tracció una svolta nella vita del movimento, indicando con chiarezza la via della carità che le Misericordie dovevano far propria: "ecco la consegna che vi affido... siate i promotori e fautori della civiltà dell'amore, siate testimoni infaticabili della cultura della carità". Queste parole costituirono per le Misericordie una vera e propria svolta. L'accorata esortazione del Papa a testimoniare con i servizi di carità l'impegno per la costruzione di un nuovo modello di civiltà basato sulla solidarietà, sulla pace, sulla condivisione, divenne da allora un concreto riferimento per tutto il movimento che si tradusse in una nuova vitalità ed in nuove iniziative. Nel 1989 la Confederazione diede vita alla pubblicazione di una nuova rivista mensile cui fu dato il nome, ricco di significato, di Civiltà dell'Amore.

Nel 1990 il movimento FRATRES assume uno status giuridico autonomo costituendosi come associazione a sé stante, seppure collegata alla Confederazione, con la denominazione di Consociazione Nazionale Fratres delle Misericordie d'Italia.

Impostato nuovo primoaccesso

Contatore accessi

Benvenuto!! Hai visitato questo sito web volte con inrizzo IP . . .
Primo  accesso: 21/09/2019 11:47:22 - Ultimo accesso: 21/09/2019 11:47:22