Il Regolamento 2013

 

CONFEDERAZIONE NAZIONALE MISERICORDIE D’ITALIA

CONFRATERNITA DI MISERICORDIA

CASTELNUOVO DI VAL DI CECINA (PI)

REGOLAMENTO GENERALE

 

 

 

Castelnuovo di Val di Cecina, lì  01/09/2012


INDICE

 

 

PRIMA PARTE

1.      OBIETTIVO ED APPLICAZIONE. 3

2.      QUALIFICA DEGLI ISCRITTI3

3.      SERVIZIO CIVILE. 4

4.      REQUISITI DI ISCRIZIONE ALLA CONFRATERNITA.. 4

5.      SCHEDA ISCRITTI4

6.      RISPETTO DEGLI IMPEGNI5

7.      PERIODI DI ASSENZA, FERIE, ASPETTATIVA E INATTIVITÀ.. 5

8.      PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI5

9.      RECLAMI5

10.   OBBLIGO AL SEGRETO

SECONDA PARTE 

.. 5

11.   IDENTIFICAZIONE E ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ OPERATIVE. 6

12.   ATTIVITÀ DELLA CONFRATERNITA E IDENTIFICAZIONE DEI RESPONSABILI DI SETTORE. 6

13.   RESPONSABILI INCARICHI SPECIFICI6

14.   QUALIFICHE OPERATIVE. 8

15.   REGISTRI PRESENZE ED ATTIVITÀ.. 8

16.   OSSERVATORI E PERSONALE ESTEMPORANEO.. 8

17.   USO DELLE DIVISE ED IMMAGINE. 9

18.   EFFICIENZA PSICOFISICA

TERZA PARTE

.. 9

19.   DIVIETO DI FUMO.. 10

20.   SEDE SOCIALE. 10

21.   USO DEGLI AUTOMEZZI10

22.   MANUTENZIONE DEGLI AUTOMEZZI11

23.   MATERIALI ED ATTREZZATURE: USO, MANUTENZIONE E SEGNALAZIONE DI MALFUNZIONAMENTI E/O DANNI

11

QUARTA PARTE

24.   ESPOSIZIONE DELLO STATUTO E DEL REGOLAMENTO GENERALE.12

25.   MODALITÀ E DECORRENZA DELLE COMUNICAZIONI UFFICIALI12

26.   AUTORIZZAZIONE ALLE SPESE. 12

27.   OBLAZIONI E LIBERALITÀ

.. 12

QUINTA PARTE

28.   ESPOSIZIONE E USO DEL LABARO.. 13

29.   DECORRENZA DEL PRESENTE REGOLAMENTO GENERALE

 pdfScarica il Regolamento 2013 in formato PDF

PRIMA PARTE

APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO GENERALE

ORGANIZZAZIONE DELLE PERSONE DELLA CONFRATERNITA

  1. OBIETTIVO ED APPLICAZIONE

Obiettivo del presente Regolamento Generale previsto dall’art. 47 dello Statuto è stabilire, a livello generale, le modalità organizzative ed i modelli comportamentali per un efficace ed efficiente funzionamento della Confraternita di Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

Il presente Regolamento Generale deve essere osservato in ogni sua parte da tutti gli Iscritti/e. L'essere Iscritto della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina non è in alcun modo legato alle qualifiche o abilitazioni operative.

Si rimanda ad altri articoli del presente Regolamento Generale per quanto concerne le abilitazioni pratiche d'impiego nei vari settori di attività della Confraternita.

Il presente Regolamento Generale trova applicazione anche al personale dipendente in qualunque forma ed in servizio civile, oltre che ai frequentatori occasionali della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

Eventuali termini contrattuali e/o convenzionali con enti o istituzioni, se recepiti, integrano in toto, per la durata del contratto o della convenzione, quanto non disciplinato nel presente Regolamento Generale.

  1. QUALIFICA DEGLI ISCRITTI

Può essere iscritto alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina chiunque sia in possesso dei requisiti di cui al Capo II dello Statuto (Requisiti di appartenenza alla Confraternita e Classificazione degli iscritti) e che ottiene dal Magistrato l’accettazione della domanda di Iscrizione (art. 16 Statuto). E’ implicito il silenzio assenso del Magistrato in merito.

Il nome dell’Iscritto è inserito nel Registro degli Iscritti della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, soddisfacendo in tal modo le esigenze assicurative previste dalla L.266/91 (legge quadro sul volontariato).

Il Confratello/Consorella è tenuto al pagamento della quota Associativa (art. 18 Statuto) e gode della possibilità di elettorato attivo e passivo.

Sono esclusi dal pagamento della quota Associativa tutti i Confratelli/Consorelle che svolgono attivamente il servizio in modo continuativo nel corso dell’anno in quanto riconosciuti soci di diritto. Tali Confratelli/Consorelle rientrano nella categoria di Effettivi.

I Confratelli/Consorelle che versano una quota annuale a scopo di sostentamento nelle attività istituzionali della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina ma che non svolgono servizio attivo rientrano nella categoria di Sostenitori.

Il Magistrato (art. 30 comma s) dello Statuto) determina la quota annuale dovuta dai Confratelli/Consorelle.

  1. SERVIZIO CIVILE

Chi svolge il Servizio Civile assegnato alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina deve osservare il presente Regolamento Generale.

  1. REQUISITI DI ISCRIZIONE ALLA CONFRATERNITA

Per l’Iscrizione alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, oltre a quanto previsto nell’ art. 16 dello Statuto, occorre presentare la seguente documentazione:

  • richiesta di iscrizione completa, contenente indirizzo, recapito telefonico ed informatico (se esistente).
  • autocertificazione sostitutiva del certificato penale;
  • dichiarazione di disponibilità a svolgere il servizio attivo;
  • dichiarazione di gratuità dell’eventuale servizio prestato;
  • consenso al trattamento dei dati personali.

Per l’assolvimento di tali formalità esiste apposita modulistica nella Sede della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

All’atto della richiesta di ammissione alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, l’Iscritto è tenuto a prendere visione dello Statuto e del presente Regolamento Generale.

Secondo l’impiego operativo dell’Iscritto, può essere necessaria ulteriore documentazione (a titolo di esempio, medica o tecnica).

Per iscriversi alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina non importa aver raggiunto la maggiore età cosa che è invece richiesta per svolgere il servizio attivo.

Le iscrizioni non possono essere fatte per delega e quindi la persona che intende entrare a far parte della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina deve presentarsi personalmente e provvedere a compilare ed a consegnare tutta la documentazione oggetto della richiesta.

Godono del diritto di elettorato attivo e passivo solo i nuovi Confratelli/Consorelle che hanno provveduto alla loro prima iscrizione alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina entro la data fissata ogni anno dal Magistrato, nel corso della presentazione ai soci dell’approvazione del bilancio consuntivo relativo all’anno precedente (“entro il mese di Aprile” Art. 25 dello Statuto).

Rimane comunque conservato il diritto di elettorato attivo e passivo ai Confratelli/Consorelle che risultavano già iscritti precedentemente alla Misericordia anche se il rinnovo dell’iscrizione risulta effettuato dopo la data fissata ogni anno dal Magistrato.

  1. SCHEDA ISCRITTI

Per ognuno degli Iscritti viene predisposta un’apposita cartella dove è prevista la raccolta, cartacea e/o informatica, dei requisiti di ammissione, delle attività svolte, delle cariche sociali ricoperte, dei periodi di aspettativa, delle eventuali dimissioni  e degli  eventuali provvedimenti disciplinari.  Tale

materiale è conservato dal Segretario della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina nel rispetto della legislazione vigente riguardo al trattamento dei dati personali.

  1. RISPETTO DEGLI IMPEGNI

Gli Iscritti hanno il dovere di collaborare, nei limiti delle proprie disponibilità, al funzionamento della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, prestando con continuità ed impegno la propria opera nei settori di attività prescelti, secondo le indicazioni di servizio previste.

  1. PERIODI DI ASSENZA, FERIE, ASPETTATIVA E INATTIVITÀ

L’Iscritto che svolge servizio attivo ha la facoltà di assentarsi per la durata del proprio turno, con l’impegno di provvedere alla propria sostituzione con almeno un parigrado operativo.

Allo stesso tempo ha il dovere di comunicare il proprio periodo di ferie con largo anticipo ed in tal caso può derogare dall’obbligo di provvedere alla propria sostituzione.

L’Iscritto deve dare comunicazione ogni qualvolta non possa prestare la propria opera per un determinato periodo.

Se il periodo di inattività supera i dodici mesi continuativi, al rientro l’Iscritto deve riottenere tutte le idoneità necessarie per svolgere le attività.

  1. PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

L’Iscritto che, senza adeguata giustificazione, risulti non avere rispettato per più di tre volte i propri impegni può essere considerato passibile di provvedimenti disciplinari (artt. 21 e 30 dello Statuto).

All’Iscritto colpito da provvedimento di sospensione (irrogato dal Magistrato) è inibita qualunque attività all’interno della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, non può svolgere ruoli di responsabilità e frequentare i locali della Sede Sociale, per tutto il periodo di sospensione.

Contro tali provvedimenti l’Iscritto può opporre istanza nei tempi e nei modi previsti dallo Statuto.

  1. RECLAMI

L’Iscritto che avesse da sporgere reclami in ordine ad una qualunque attività della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina è tenuto a formulare comunicazione scritta, datata e firmata.

Le comunicazioni orali od anonime non verranno prese in considerazione.

La comunicazione scritta dovrà essere indirizzata al Magistrato.

Per reclami relativi al Magistrato od al Governatore è pertinente il Collegio Probivirale.

Per qualsiasi reclamo ricevuto, l’Organo Sociale competente è tenuto a dare risposta ufficiale entro un mese dal ricevimento.

  1. OBBLIGO AL SEGRETO

Ogni Confratello/Consorella è rigorosamente obbligato, anche nel rispetto delle norme di tutela della privacy, alla massima riservatezza in ordine a fatti, circostanze, situazioni, condizioni, dei quali venga a conoscenza nello svolgimento del servizio. Nel caso di violazione di questo obbligo, il Magistrato può intervenire provvedendo a sospendere il Confratello/Consorella dal servizio segnalando la mancanza al collegio dei probiviri per la eventuale ratifica del provvedimento.

 

SECONDA PARTE

ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DELLA CONFRATERNITA

  1. IDENTIFICAZIONE E ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ OPERATIVE

Al Magistrato compete (art. 30 comma v) dello Statuto), “la scelta delle opere di carità da porsi in atto secondo le disponibilità e possibilità della Confraternita”; pertanto, dopo averle scelte, identifica i modi operativi per la loro organizzazione ed esecuzione.

Ad oggi le attività operative risultano:

  1. Servizio di Ambulanza;
  2. Servizi Sociali;
  3. Formazione ed informazione sanitaria.

Il presente elenco si intende aggiornato automaticamente in seguito alla eliminazione o alla integrazione di attività.

  1. ATTIVITÀ DELLA CONFRATERNITA E IDENTIFICAZIONE DEI RESPONSABILI DI SETTORE

Per l’espletamento delle proprie attività la Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, può individuare specifici settori di intervento (art. 30 comma q) dello Statuto).

I Responsabili dei vari settori della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina sono elencati all’Albo della Sede Sociale a cura del Segretario.

In mancanza del Responsabile, l’attività è seguita direttamente dal Magistrato.

  1. RESPONSABILI INCARICHI SPECIFICI

Il Magistrato nomina i Responsabili Incarichi Specifici per iscritto individuando l’iscritto che può essere il più indicato a ricoprire tale ruolo tenendo conto dell’esperienza professionale, delle capacità personali, della dedizione alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina e dell’anzianità di iscrizione. Tale nomina è valida fino a revoca o dimissioni.

I Responsabili, la cui presenza è dettata dall’adempimento di leggi o regolamenti, rimangono in carica fino a loro effettiva sostituzione.

L’elenco dei Responsabili Incarichi Specifici, aggiornato a cura del Segretario, è affisso all’albo della Sede Sociale.

Ai Responsabili Incarichi Specifici è concessa autonomia organizzativa nel proprio ambito di impiego, con l’obbligo di non promuovere nessuna operazione attuativa senza averne preliminarmente messo a conoscenza il Magistrato. I Responsabili Incarichi Specifici hanno inoltre l’impegno di riferire e tenere aggiornato il Magistrato sui risultati ottenuti sotto ogni aspetto.

Il Responsabile Incarichi Specifici attribuisce eventualmente ad altri iscritti le qualifiche operative di propria spettanza e può revocarle, dandone anche se ritenuta opportuna, comunicazione scritta all’interessato.

Sono individuati i seguenti Responsabili Incarichi Specifici:

  1. Responsabile Incarichi Specifici Squadre Operative:
  • è scelto tra gli Iscritti e/o Dipendenti: prevede l’organizzazione delle Squadre Operative; gli spetta il coordinamento, la sorveglianza, il controllo degli Iscritti/Dipendenti inseriti nelle Squadre Operative; gli Iscritti/Dipendenti che prestano servizio all’interno delle Squadre Operative, anche se normalmente inquadrati in altre mansioni, debbono attenersi alle indicazioni del Responsabile Incarichi Specifici Squadre Operative.

È facoltà del Responsabile Incarichi Specifici Squadre Operative, a fronte di nuove esigenze di servizio, proporre all’Iscritto/Dipendente il suo trasferimento ad altra Squadra operativa e renderlo esecutivo ove ne abbia ottenuto il consenso.

  1. Responsabile Incarichi Specifici Servizi Sociali:
  • pianifica l’attività dei Servizi Sociali coordinando gli Iscritti/Dipendenti, che svolgono il servizio sociale. Gli Iscritti che svolgono la loro attività nei Servizi Sociali, anche se normalmente inquadrati in altre Squadre Operative o mansioni, debbono attenersi alle indicazioni del Responsabile Incarichi Specifici Servizi Sociali. Tutta l’attività demandata al Responsabile Incarichi Specifici Servizi Sociali può essere eseguita dal Responsabile Incarichi Specifici Squadre Operative.
  1. Responsabile Incarichi Specifici Formazione:
  • prevede l’organizzazione della formazione interna ed esterna, coordinando i referenti per la formazione sanitaria e tecnica.
  1. Responsabile Incarichi Specifici Materiale Sanitario:
  • assicura la costante manutenzione degli strumenti e l’approvvigionamento del materiale sanitario.
  1. Responsabile Incarichi Specifici Automezzi:
  • coordina la manutenzione ordinaria e straordinaria dei mezzi.
  1. Responsabile Incarichi Specifici Sede Sociale:
  • si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria della Sede Sociale.
  1. Responsabile Incarichi Specifici Relazioni Esterne:
  • sono demandate a questa figura i contatti con i referenti esterni e con i media. Provvede all’organizzazione di manifestazioni divulgative e di raccolta fondi.
  1. Responsabile Incarichi Specifici Sistemi Informativi:
  • è il responsabile della gestione informatica della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

Il Magistrato delibera, nella prima riunione utile dopo l’approvazione del presente Regolamento Generale, l’identificazione dei vari Responsabili, eventualmente integrandone o accorpandone l’elenco.

  1. QUALIFICHE OPERATIVE

I servizi della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina sono svolti dagli Iscritti, dal personale dipendente od in servizio civile, senza distinzione alcuna, purché abilitati al ruolo ricoperto.

L’elenco delle qualifiche operative è affisso permanentemente all’Albo, a cura dei singoli Responsabili Incarichi Specifici.

Le qualifiche operative degli Iscritti conseguite in ambiti esterni alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina sono valutate, di volta in volta, dal Responsabile Incarichi Specifici competente.

  1. REGISTRI PRESENZE ED ATTIVITÀ

Sono presenti, nella Sede Sociale, un Diario Giornaliero ed un Registro dei Servizi.

Ogni servizio è registrato sul Diario Giornaliero dove sono riportati tutti i fatti salienti relativi alla conduzione giornaliera della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

I servizi richiesti sono registrati, a cura del personale in servizio, sul Registro dei Servizi in ordine progressivo.

  1. OSSERVATORI E PERSONALE ESTEMPORANEO

È istituita la figura dell’osservatore durante lo svolgimento dei servizi della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina; tale qualifica si applica a tutti coloro che, pur non essendo Iscritti alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, partecipano ai servizi svolti con carattere estemporaneo e non continuativo.

Tale è il caso di giornalisti, fotografi, allievi in formazione, o altre figure non altrimenti inquadrabili nell’abituale operatività del servizio svolto.

Per essi valgono gli obblighi di registrazione delle presenze sul Diario Giornaliero.

L’equipaggio di servizio può essere costituito anche da più di un osservatore contemporaneamente, purché nel rispetto della normativa vigente. L’osservatore non può porsi alla guida dei veicoli in uso alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

Il Responsabile Incarichi Specifici concorda ed autorizza la presenza degli osservatori, garantendo l’estensione in loro favore, eventualmente nominativa, delle coperture assicurative di legge.

Il Magistrato vigila e valuta sull’opportunità della presenza degli osservatori in servizio, eventualmente limitando presenze ritenute non consone.

  1. USO DELLE DIVISE ED IMMAGINE

L’Iscritto che svolge servizio in una qualunque delle attività della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina deve, durante il proprio turno, indossare la divisa completa prevista, prescindendo dal ruolo operativo ricoperto.

La divisa operativa è definita dalla Confederazione ed il suo acquisto e la sua fornitura ai singoli volontari è regolata dalla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

Chi svolge servizio deve avere un aspetto ordinato e pulito, provvedendo a tenere  raccolti i capelli (se lunghi).

Il comportamento deve essere consono al ruolo ed adatto alle varie circostanze.

Anche gli osservatori ed il personale estemporaneo, durante lo svolgimento dei servizi, devono indossare la divisa operativa, da rendere alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina al termine del periodo.

  1. EFFICIENZA PSICOFISICA

Allo scopo di mantenere piena affidabilità per il regolare svolgimento del servizio, ogni Iscritto deve assicurare la propria efficienza psicofisica; deve garantire di non essere sotto effetto di alcool, droghe o farmaci, che in qualche modo possano alterare le facoltà mentali, o il normale grado di vigilanza, attenzione e concentrazione.

 

TERZA PARTE

UTILIZZO DEI BENI DELLA CONFRATERNITA

  1. DIVIETO DI FUMO

In tutti i locali della Sede Sociale e sugli automezzi vige il divieto di fumo.

  1. SEDE SOCIALE

Nella Sede Sociale è normalmente presente almeno un volontario, che provvede, oltre alle mansioni di centralinista, anche a tutte le altre incombenze che si potessero al momento rendere necessarie.

Il volontario in servizio provvede alla regolare e costante sicurezza della sede e dei beni in essa presenti sia di proprietà della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina che degli altri Iscritti; assicura la regolare chiusura del portone di ingresso durante tutto il giorno ed alla sera si accerta della corretta chiusura di tutte le porte e finestre.

I presenti devono mantenere sempre un comportamento rispettoso dei locali e delle persone in modo da non provocare né danni materiali né di immagine verso l’ambiente esterno.

Tutti devono comportarsi in modo rispettoso, assicurando ordine, decoro e pulizia dei locali in uso, provvedendo, se necessario, anche al regolare smaltimento dei rifiuti solidi urbani nei tempi e nei modi previsti.

  1. USO DEGLI AUTOMEZZI

I veicoli in uso alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina sono a disposizione degli Iscritti solo per motivi di servizio, inclusi in questo l’adempimento di commissioni ed impegni istituzionali, il trasferimento di Iscritti in altra sede per lo svolgimento di compiti e/o missioni, la rappresentanza in occasione di eventi che coinvolgano la Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina, ecc..

Gli stessi devono essere utilizzati solo per il tempo strettamente necessario allo svolgimento del servizio.

E’ vietato l’utilizzo dei suddetti mezzi per scopi personali di qualunque genere o natura salvo preventiva autorizzazione rilasciata dal Governatore o dal Vice.

I requisiti previsti per la guida di veicoli normali sono i limiti di legge per la categoria del veicolo in uso (patente di guida valida e limiti di età).

Oltre a questi, i requisiti per la guida di veicoli speciali (autoambulanze), in condizioni di servizio urgente di istituto o meno, prevedono l’espletamento dell’apposito iter di autista secondo quanto stabilito dal Responsabile Incarichi Specifici.

Il Responsabile Incarichi Specifici autorizza, in deroga a detto iter, ogni altra persona adatta per gli spostamenti, la manutenzione e i rifornimenti dei veicoli speciali.

  1. MANUTENZIONE DEGLI AUTOMEZZI

Gli autisti sono tenuti a verificare la regolarità dei documenti di circolazione e dell’efficienza meccanica del mezzo prima di ogni utilizzo. Provvedono inoltre alla pulizia esterna e del vano guida del veicolo.

Gli autisti devono segnalare ogni anomalia al Responsabile Incarichi Specifici interessato.

L’automezzo deve essere considerato inutilizzabile e messo fuori servizio se le anomalie riscontrate non potessero eventualmente essere sanate prima dell’utilizzo.

In caso di incidente è compito dell’autista provvedere alla esatta compilazione della modulistica prevista dalla vigente normativa di legge, nel rispetto dei tempi previsti dalle norme assicurative.

Ogni incidente deve essere annotato sul Diario Giornaliero e comunicato, per iscritto entro 24 ore dall’evento, al Responsabili Incarichi Specifici, descrivendo brevemente l’accaduto.

In caso di incidente con dolo o colpa grave da parte dell’autista, il Magistrato si riserva, dopo opportuna verifica, di attribuire l’onere della riparazione del veicolo all’autista in servizio.

  1. MATERIALI ED ATTREZZATURE: USO, MANUTENZIONE E SEGNALAZIONE DI MALFUNZIONAMENTI E/O DANNI

Il materiale e le attrezzature della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina messe a disposizione devono essere utilizzate solo ed esclusivamente per il loro normale impiego.

Tutti gli interventi di manutenzione su strumenti, apparecchiature, strutture, beni mobili ed immobili della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina possono essere eseguiti soltanto da personale tecnico qualificato in grado di rilasciare opportuna certificazione dello svolgimento del lavoro a norma di legge o a regola d’arte.

I Responsabili, in aggiunta al succitato personale tecnico, possono intervenire direttamente per quanto di competenza e capacità.

Eventuali malfunzionamenti e/o danneggiamenti dei materiali e delle attrezzature, durante il loro utilizzo, vanno annotati sul Diario Giornaliero e comunicati, per iscritto entro 24 ore dall’evento, al Responsabile Incarichi Specifici interessato, descrivendo brevemente l’accaduto.

In caso di danneggiamento con dolo o colpa grave da parte dell’utilizzatore, il Magistrato si riserva, dopo opportuna verifica, di attribuire l’onere della riparazione del bene all’utilizzatore in servizio.

QUARTA PARTE

MODALITÀ DELLE COMUNICAZIONI INTERNE

AUTORIZZAZIONI ALLE SPESE E GESTIONE DELLE OBLAZIONI

  1. ESPOSIZIONE DELLO STATUTO E DEL REGOLAMENTO GENERALE.

Una copia dello Statuto ed una copia del Regolamento Generale sono a disposizione di tutti in un raccoglitore sempre disponibile nella Sede Sociale.

E’ vietato asportare, manomettere od alterare in tutto od in parte la documentazione sopra descritta.

  1. MODALITÀ E DECORRENZA DELLE COMUNICAZIONI UFFICIALI

Le comunicazioni tra gli organi della Confraternita e gli Iscritti avvengono a mezzo albo, il cui aggiornamento è compito del Segretario.

Tutte le comunicazioni devono essere datate e firmate da chi ha titolo per emetterle (membro di un Organo della Confraternita o Responsabile Incarichi Specifici) ed hanno validità con decorrenza dopo una settimana salvo provvedimenti urgenti motivati che decorrono immediatamente.

Le comunicazioni, dopo un mese di esposizione all’albo, sono raccolte nel raccoglitore che contiene, oltre a queste, anche lo Statuto ed il Regolamento Generale.

Oltre alla tradizionale forma di comunicazione mediante albo, la Confraternita può comunicare validamente anche tramite posta ordinaria od elettronica, sia per comunicazioni individuali che per comunicazioni collettive.

  1. AUTORIZZAZIONE ALLE SPESE

Il Magistrato dispone ed autorizza le spese ordinarie e straordinarie; importi eccedenti o spese non autorizzate non saranno riconosciute rimborsabili; il rimborso è possibile solo a fronte di presentazione di valido documento fiscale.

Qualunque Iscritto, su delega del Magistrato, può sostenere spese da rimborsarsi secondo le modalità prima esposte.

  1. OBLAZIONI E LIBERALITÀ

L’Iscritto, consapevole che la propria ricompensa è la coscienza del dovere compiuto, non riceve per sé offerte né in denaro né in altri modi; ogni liberalità da parte di terzi è da intendersi devoluta alla Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina. Uguale comportamento è tenuto anche dal personale dipendente a qualunque titolo.

QUINTA PARTE

RAPPRESENTANZA E PATROCINI

DECORRENZA DEL REGOLAMENTO GENERALE

  1. ESPOSIZIONE E USO DEL LABARO

Il Labaro è custodito in Sede Sociale a cura del Magistrato.

La sua esposizione all’esterno, in occasione di manifestazioni o festività/ricorrenze particolari, implica il coinvolgimento e/o il patrocinio della Misericordia di Castelnuovo di Val di Cecina.

L’utilizzo del Labaro deve essere preventivamente autorizzato dal Magistrato.

  1. DECORRENZA DEL PRESENTE REGOLAMENTO GENERALE

Il presente Regolamento Generale decorre dalla data di approvazione dell’Assemblea dei Soci; sostituisce a tutti gli effetti ogni altra precedente comunicazione, emessa a qualunque titolo, che possa risultare in contrasto con quanto qui espressamente riportato.

APPROVATO ALL’UNANIMITA’ DALL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI

SVOLTA IN DATA 27/04/2013.

 

pdfScarica il Regolamento 2013 in formato PDFScarica il Regolamento 2013 in formato PDF

Impostato nuovo primoaccesso

Contatore accessi

Benvenuto!! Hai visitato questo sito web volte con inrizzo IP . . .
Primo  accesso: 24/05/2019 08:04:28 - Ultimo accesso: 24/05/2019 08:04:28